Zona giorno, pavimenti

Nel mio articolo ” Arredare la zona giorno” vi ho parlato in modo generale di come arredare questo ambiente, ora cercherò di analizzare, in modo più approfondito, i pavimenti
Quando entriamo in una casa non notiamo i singoli elementi che compongono l’insieme, ma per noi che ci accingiamo a scegliere per rinnovare o  per creare la nostra nuova casa ogni singolo elemento è importante.
I pavimenti:
In una casa la scelta dei pavimenti è molto importante perché definiscono il carattere degli ambienti. Il colore, il materiale dei nostri pavimenti indicheranno la strada che dovremmo, poi,percorrere per creare un ambiente armonico e piacevole da vivere.
I pavimenti possono essere rivestiti di legno, piastrelle, cemento.
Il legno rimane la soluzione più gettonata perché molti pensano che doni all’ambiente calore e che sia versatile, cioè può essere usato per ambienti moderni e antichi.
Per fare una buona scelta dobbiamo tener conto di:
1) il materiale, la sua struttura, il trattamento
2) il tipo di posa
3) il comportamento nel tempo
4) il colore  –
Il parquet può essere:
Prefinito: si tratta di liste composte da uno strato principale di legno di betulla, pioppo o abete, ricoperte da uno strato superiore legno più pregiato, chiamato essenza o specie legnosa.
– Parquet in legno massiccio: sono listoni in legno nobile, interamente composti dalla specie legnosa prescelta che richiede una posa lunga e complessa, in quanto deve essere levigato e verniciato in opera.
I tipi di posa si distinguono in:
– posa incollata: il parquet viene incollato al massetto, che dovrà avere interposto al di sotto la idonea barriera al vapore, e dovrà essere perfetto in altezza, compattezza, durezza e planarità
– posa flottante: le liste del parquet verranno incastrate l’una sull’altra, e poggiate senza colla, separate dal massetto con un materiale isolante e fonoassorbente (pannelli di sughero, tappeti sintetici), possibilmente con funzione anche di barriera al vapore.
Personalmente amo il parquet in legno massiccio con la posa incollata, ma è la soluzione più cara e più lunga in termini di denaro e tempo in quanto il parquet va prima incollato poi lucidato sul posto, non amo il predefinito mi da la sensazione di essere finto. Comunque negli ultimi anni i predefiniti sono migliorati moltissimo, sia nel colore che nella resistenza.
Amo il parquet in ciliegio o il caro e vecchio doussie che ha un colore caldo e morbido, ma le tendenze sono diverse sono sempre più amati parquet chiari tendenti al grigio. Trovo molto bello anche il colore dl wenge molto “cioccolatoso” favoloso con mobili chiari e ambienti luminosi.
Secondo la mia esperienza personale il parquet ha un solo problema si rovina molto si ammacca si riga con molta facilità. Molti affermano che il parquet è bello quando è vissuto cioè rigato per me non è così quindi quando nella mia nuova casa ho dovuto scegliere i pavimenti ho scelto le piastrelle, un gres porcellanato tutta massa, ma io ho tre figli e spesso la casa è piena dei loro amici.
Le piastrelle:
La proposta è molto varia  si può scegliere tra diversi materiali come:
il cotto;
la ceramica;
la pietra e il marmo
.l primo è un materiale dal supporto rosso e poroso. Non ha una superficie liscia e dona quindi un effetto rustico alla stanza, ideale se hai dei mobili in legno. È resistente, anche se non è molto spesso, e dura a lungo.
Le piastrelle in ceramica sono molto leggere e semplici da posare, anche se scegli di applicarle sopra il pavimento già presente in casa. Durano a lungo e mantengono bene il calore. Esistono principalmente tre varietà di ceramica: quelle monocottura, smaltate e cotte una volta, quelle bicottura, che, come indica il nome, subiscono una doppia cottura, e il gres porcellanato, che subisce alte temperature. Le piastrelle in quest’ultima tipologia, sono disponibili in diverse colorazioni e decorazioni che richiamano materiali originali, come il legno.
Infine, le superfici in pietra o marmo sono quelle più pregiate ma più costose, con un’ottima resistenza e durata.
Negli ultimi anni l’evoluzione tecnologica ha consentito di ampliare la gamma di dimensioni in cui vengono prodotte le piastrelle: da quelle in formato 10×10 cm si arriva fino a maxi formati quali 120×360 cm.

IL cemento
Il cemento è un materiale moderno, minimalista che offre la possibilità di avere superfici lisce al tatto, antiscivolo, resistente all’urto, all’usura e alle macchie, di lunga durata e di facile pulizia.
l cemento  permette applicazioni in continuità senza fughe non solo per i pavimenti ma anche per rivestimenti a parete, piatti doccia e arredi e oggi si può avere in una grande varietà di colori e finiture lucide e opache. L’assenza di fughe evita il fermarsi e annidarsi di sporco e impurità e permette una pulizia più semplice: è per questo motivo che negli ambienti come sale operatorie e studi medici sono utilizzati pavimenti senza giunture. I costi non sono elevati ma si consigli l’utilizzo solo per superfici alte 150/200 mt.
Al momento della scelta del mio pavimento ho valutato la possibilità di scegliere il cemento ma poi ho deciso per il gress in quanto la posa è più semplice per il cemento è fondamentale trovare dei professionisti in grado di posare benissimo il materiale perché si possono creare micro crepe.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *